Booking.com cambia il criterio dei giudizi

cosa c'è da sapere e quali sono i rischi

BOOKING.COM CAMBIA IL CRITERIO DEI GIUDIZI

La “On Line Brand Reputation” è sempre stato un argomento caldo tra gli albergatori e i gestori di strutture ricettive, ma nelle ultime settimane è tornato alla ribalta grazie alla modifica del criterio di punteggio da parte di booking.com.

Le recensioni sono sempre state indigeste a molti, tanto da affollare le community con discussioni infinite, ma a dire il vero tutti hanno sempre riconosciuto, a quelle di booking.com,  una maggiore veridicità rispetto a quelle di tripadvisor perché si ha la certezza che l’ospite ha soggiornato in hotel.

COME SI ESPRIMEVA IL GIUDIZIO FINO AD ORA

Dal fine settembre Booking.com ha cambiato il criterio di punteggio delle recensioni sul proprio sito. Fino a quel momento il punteggio finale della recensione veniva data dalla media delle sei categorie su cui l’ospite veniva chiamato attraverso una mail, a dare il suo giudizio.

Le categorie erano:

  1. Staff
  2. Posizione
  3. Comfort
  4. Pulizia
  5. Servizi
  6. Rapporto qualità/prezzo

Il voto si esprimeva con le faccine più o meno sorridenti. Il criterio delle “faccine” non era sicuramente accurato, perché permetteva di valutare con sole 4 possibilità, che venivano poi convertite in valori numerici. Questo significa che sulla scala di valori, l’incremento era di 2,5.

COSA È CAMBIATO

Da pochi giorni, gli utenti, dopo aver espresso il giudizio per ogni categoria, possono scegliere anche il voto finale della recensione, niente più media! Inoltre l’ospite potrà esprimere il suo giudizio con valori da 1 a 10. Sicuramente questo sistema è più accurato e consentirà all’ospite di avere più spazio per esprimere il suo giudizio.

Questo cambiamento, a quanto pare, sia stato richiesto proprio dai partners (hotel e strutture ricettive) a seguito di sondaggi inviati periodicamente. Addirittura il portale parla di “preoccupazione” riguardo ad “accuratezza e imparzialità” delle recensioni lasciate dagli ospiti.

I PRIMI PROBLEMI

Troppo bello per essere vero, purtroppo nelle varie community on line, gli operatori del settore cominciano già a postare casi anomali, dove si evidenziano le prime falle del nuovo sistema.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COSA FARE IN QUESTI CASI ?

L’hotel dovrebbe contattare booking.com, che a sua volta dovrebbe sollecitare l’ospite a valutare nuovamente l’hotel. Questa procedura mi sembra molto macchinosa e con altissima percentuale di insuccesso!

C’è qualche albergatore che ha già segnalato questa problematica ed ha ricevuto la seguente risposta

 

A quanto affermano in questa risposta, sembra che il tutto sia ancora in fase di test e che il nuovo questionario non venga inviato a tutti i clienti. Sara vero? oppure è solo un tecnica per gestire i reclami?

Staremo a vedere, noi di Upgrade Hotel vi terremo informati non solo sui criteri di valutazione di booking.com ma su tutte le novità nel mondo dell’hospitality.

Se non vuoi perderti le nostre news, metti mi piace alla nostra pagina facebook ed iscriviti alla nostra newsletter.

Leave a comment